Come accennato nell’articolo relativo al Professional Shooting Day, ecco qualche scatto realizzato con la nuova Nikon D850, in questo caso abbinata all’ottica Nikkor AF-S 24 – 70 mm F2.8 ED.

Iniziamo con il dire che questo obiettivo probabilmente non è l’ottica da ritratto per eccellenza, ma credo possa essere considerata un buon tutto-fare!

Rispetto alla nuova versione stabilizzata, le dimensioni sono relativamente più contenute e montato sulla fotocamera, l’accoppiata risulta ben bilanciata.

Premetto che non son rimasto molto contento dell’illuminazione del locale dove era possibile svolgere le prove, perché sul “set” c’erano (oltre alle luci per illuminare la scena) delle luci ambientali che avevano una temperatura colore molto più calda di quella dello schema proposto, quindi influenzavano negativamente il tutto e in più proiettavano l’ombra del rotolo del fondate, proprio sullo sfondo.

Detto ciò, questa situazione ha permesso di testare anche la lavorabilità dei file di questa nuova macchina!

Ecco i primi scatti. Per tutti, è stata fatta la correzione per il bianco e un piccolo intervento su luminosità e contrasto.

 

Cambio di modella!

 

 

 

E qualche scatto “fuori dal set” a 3200 ISO, quindi con illuminazione ambientale (poi corretta).

 

Questa non vuole essere una recensione vera e propria, ma un piccolo test per saggiare le potenzialità della D850 con questa ottica. Posso anticipare che l’ergonomia della fotocamera, permette di impugnarla in modo stabile e sicuro. Nonostante pesi un pò più dei modelli precedenti, “su strada” l’impressione è quella di tenere tra le mani una macchina più leggera. La reflex è molto reattiva, la messa a fuoco automatica è veloce e precisa. Altra cosa che mi ha colpito positivamente, è la ricchezza dei dettagli che restituisce il nuovo sensore (che ricordo è un 24x36mm da 45 Megapixel).

A breve vedremo qualche scatto della D850 con qualche altra ottica in prova.

Giuseppe Senese

© RubricaFotografica.it

Nikon D850 con Nikkor 24 – 70mm F 2.8 AF-S ED
Tag:                                                                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *