A chi non è mai venuta voglia almeno una volta nella vita di scattare qualche polaroid?

E quanti poi hanno desistito per il costo elevato delle stampe?

Bene, ora grazie ad una società, Impossible Project, sono tornate in commercio diverse pellicole per Polaroid, anche se a prezzi non proprio contenuti.

L’unica consolazione è che alcune fotocamere istantanee, le abbiamo già nelle nostre case, soffitte o cantine e allora, perchè non rispolverarle, compriamo una pellicola e proviamo?

E se proprio non ce l’abbiamo, con pochi euro, è possibile comprarne un modello abbastanza commerciale, come quello di questa recensione, la Polaroid modello 600.

Ne sono state prodotte moltissime varianti e questa è tra le più diffuse, vediamo come si presenta.

Da chiusa è una scatola di plastica che protegge tutti i meccanismi:

mentre sollevando il coperchio, diventa un oggetto con una forma che definirei “simpatica”:

Le funzioni sono poche, essenziali, ma con un pò di accortezza, è possibile ottenere risultati discreti, vediamoli:

questo è il doppio pulsante di scatto, quello giallo più grande, fa scattare anche il flash (praticamente consigliato per la quasi totalità degli scatti), mentre in blu, quello che aziona l’otturatore senza l’ausilio del flash, più in basso, anche il tasto per aprile lo sportellino per caricare la pellicola

ecco l’oculare, nelle inquadrature specie se ravvicinate, fate attenzione al disallineamento con l’obiettivo

il flash

ed ecco i comandi disponibili, un selettore con due posizioni, per mettere a fuoco da 1,2 metri a infinito o da 60 centimetri a 1,2 metri

 

e un’altra levetta con tre posizioni. Quella centrale per una foto (diciamo correttamente esposta), la parte più chiara, per sovraesporre e ovviamente quella più scura per sottoesporre

da questa finestrella è possibile verificare quante pose abbiamo ancora a disposizione, prestate attenzione, perchè mettendo una nuova pellicola, la numerazione parte da 10 e va a scalare, ma in realtà, le nuove pellicole, sono da 8 stampe, quindi, quando il contatore segnerà “2”, in realtà avete finito la pellicola…

il led per il pronto flash

gli attacchi per la tracolla

e come tutti sanno, da qui escono le istantanee

ecco i pochi dati tecnici utili:

obiettivo da 116 mm con lente in plastica;

velocità di scatto da 1/4 a 1/200 di secondo;
diaframma f:11;
messa a fuoco da 0,60 all’infinito;
utilizza le pellicole tipo 600 (dalle quali prende il nome) attualmente da 640 ASA.

appena possibile, vedremo un prova pratica!

Giuseppe Senese

© RubricaFotografica.it

Polaroid 600
Tag:                                                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *